Scegli il settore

Informazioni franchising faq forum

Apertura attività
venerdì 19 aprile 2019

Ieri piccola birreria, oggi produttore e voce autorevole a livello internazionale. 

Birrerie Baladin. È possibile aprirle in Franchising?

QUI trovi le migliori Birrerie e Pub in Franchising

Leggi anche la guida completa: Come aprire una birreria

La birra, storica eccellenza italiana, sta riacquistando negli ultimi anni il suo originario valore, tanto da aver quasi superato il vino in fatto di notorietà e seguito di appassionati.

Merito della riscoperta della birra artigianale italiana è da attribuire anche ai molti birrai che hanno saputo apportare la propria competenza ed inventiva. Tra questi, Teo Musso, fondatore e creatore della fabbrica di birra, delle birrerie e delle birre artigianali alla spina ed in bottiglia Baladin, è sicuramente tra gli esponenti più importanti ed influenti, sia a livello nazionale che internazionale.

Chiunque sia un amante dellabirra artigianale, infatti, ha almeno sentito parlare o conosce le Birrerie Baladin grazie ai numerosi riconoscimenti ottenuti per le proprie birre e per il ruolo avuto nella diffusione della “cultura della birra” in Italia e nel Mondo. La Birreria Baladin è ad oggi una voce autorevole a livello internazionale e produttrice di alcune delle migliori birre artigianali italiane.

Scopriamo in questo articolo com’è nata la nota Fabbrica Baladin, le birrerie e le birre con marchio omonimo, se è possibile aprire una birreria Baladin in franchising, nonché i progetti futuri e di espansione dell’azienda italiana.

birreria baladin aprire franchising

 

La Storia e L’Innovazione di Baladin:

La Fabbrica, il Birrificio e la Birreria Baladin

Baladin è attualmente un birrificio agricolo indipendente di dimensioni ingenti e con una reputazione internazionale. Baladin è tuttavia nato dal basso, come piccolo brewpub, nel 1996 a Piozzo, in provincia di Cuneo. Inizialmente il locale, soprannominato dai clienti Le Baladin, offrirà un menù di crepes, accompagnate, grazie alla passione di Teo Musso, da una vastissima selezione di birre di qualità, quasi 200 referenze tra birre italiane, straniere ed anche di difficile reperimento.

Le birre artigianali, la selezione di qualità, e la passione del mastro birraio Teo Musso hanno ben presto reso necessaria una conversione del locale in brewpub, dando vita ad una birreria che ancora ad oggi è operativa a Piozzo ed è divenuta un luogo di culto della birra, anche grazie ad un layout originale e creativo dato al locale.

La birreria Le Baladin di Piozzo ricorda il mondo circense. La sala è infatti dominata da un tendone da circo, decori ed opere che richiamano il mondo dei “freaks” e degli artisti del circo.

Ben presto da semplice pub specializzato in birre, Le Baladin diventa esso stesso piccolo produttore di birra a marchio Baladin, sino a creare la realtà di successo che è oggi.

Nel corso della storia Baladin ha cambiato più volte sede, seguendo le esigenze di crescita e produttive. Inizialmente la produzione della birra Baladin avveniva in poche decine di metri quadrati “rubati” al brew pub, presto però la domanda e la necessità di produzione crebbero tanto da dover spostare la produzione in uno spazio più ampio, ottenuto dalla riqualificazione del pollaio dei genitori di Teo. Qui, per poter trasportare la birra dal luogo di produzione sino al pub Baladin, Teo inventò il primo Birrodotto, un sistema di condotti sotterranei che ancora ad oggi vengono usati per far arrivare la birra dalla fabbrica alla birreria Baladin dedicata alla degustazione.

Dopo pochi anni nemmeno il vecchio pollaio fu più sufficiente, rendendo necessario per Teo spostare un’altra volta la sede di produzione della birra Baladin, questa volta in un’ampissima e moderna struttura, tuttora sede della fabbrica Baladin e dell’adiacente birreria Baladin, all’interno del Baladin Open Garden.

Il Baladin Open Garden è ad oggi la sede del birrificio Baladin, nonché della birreria dedicata alla degustazione, e consiste in uno spazio ampio immerso nella natura. Particolare fu soprattutto il processo di spostamento della sede del birrificio nell’Open Garden Baladin. Questo avvenne di fatti mediante l’ottenimento di un finanziamento dal basso, che Teo Musso ama chiamare “colletta”, ovvero grazie al primo crowdfunding dedicato alla birra.

Tutti i luoghi, compreso quello attuale, che hanno ospitato la fabbrica birraia Baladin, nonché le birrerie Baladin, hanno sempre avuto un elemento in comune: la filosofia secondo la quale l’area di produzione e degustazione della birra sia uno spazio aperto, che accoglie e racconta.

Tutte le birrerie e le fabbriche di birra Baladin sono infatti sempre state concepite come luoghi volti alla diffusione della conoscenza e della cultura della birra artigianale e dei vari processi di creazione e produzione della stessa. Ancora ad oggi il birrificio è visitabile ed aperto al pubblico, in ogni momento della giornata, e racconta ai visitatori ogni step della produzione della birra artigianale Baladin.

Questa filosofia di condivisione e diffusione della cultura della birra artigianale italiana è stata non solo una strategia di marketing vincente, ma ha anche concretamente contribuito alla diffusione ed alla riscoperta della tradizione birraia artigianale italiana, sia in Italia che nel resto del Mondo. Da qui i numerosi riconoscimenti e premi ottenuti da Teo Musso e dal marchio Baladin.

La filosofia di Baladin si è trasmessa anche nelle sue birre. Un esempio lampante, nonché primato mondiale, è la prima birra artigianale open source. La birra Baladin Open Source è di fatti la prima birra artigianale della quale il produttore ha pubblicato la ricetta integrale, comprensiva di ingredienti, dosaggi e processi, per riprodurre la birra in autonomia ed in maniera casalinga.

Le innovazioni portate avanti da Teo Musso e dalla sua Baladin non finiscono qui. Anche l’impianto di produzione, che ad oggi ha una capacità nominale di 50.000 ettolitri l’anno, è stato realizzato da artigiani e designer interamente in Italia, specificatamente studiato per le necessità produttive del birrificio Baladin e per la birra Baladin, in modo da conservare le originarie condizioni delle materie prime, tenendo la birra viva, e non pastorizzata.

Baladin negli anni ha inoltre conquistato il titolo di Birrificio Agricolo Indipendente, il che significa che ad oggi le birre Baladin sono prodotte per la quasi totalità unicamente con materie prime di propria produzione. Baladin si è così riappropriato di tutta la filiera produttiva della propria birra, dal campo al boccale, grazie ai campi di proprietà, dando un connotato realmente italiano alla birra artigianale Baladin, prodotta con materie prime italiane al 100%.

Inizialmente produttore di sole birre artigianali alla spina, Baladin ha presto ampliato la gamma di birre prodotte, sperimentando con successo ed apportando innovazioni internazionali nel settore, grazie alle sue birre in bottiglia, agli speciali calici di propria invenzione per la degustazione della birra, nonché all’ampliamento della gamma anche a birre ad alto tasso alcolico, a birre in lattina di qualità, a cioccolatini e dolci specialmente studiati per accompagnare la degustazione delle birre Baladin, nonché a bevande analcoliche, realizzate con la stessa filosofia di italianità, artigianalità ed autenticità con la quale vengono realizzate le birre artigianali Baladin.

birra baladin aprire birreria franchising

 

Franchising e Baladin nel Mondo

Le Birrerie Baladin non sono ad oggi un franchising, questo significa che, almeno per il momento, tutte le aperture, che siano birrerie, pub, corner o negozi a marchio Baladin, vengono gestite direttamente dall’azienda, sia in Italia che all’Estero.

Bisogna citare che, oltre al socio di maggioranza Teo Musso, parte delle quote societarie del marchio Baladin sono della nota azienda Eataly, che ha contribuito alla diffusione delle birrerie Baladin e della birra artigianale italiana dall’omonimo marchio in tutta Italia ed all’Estero, sempre in location di elevato prestigio.

Non è di fatti un caso che in molte sedi Eataly, sia in Italia che in altre parti del mondo, veri e propri parchi dedicati all’alimentazione ed alla ristorazione italiana artigianale di qualità, siano presenti le birrerie Baladin e le birre, sia alla spina che in bottiglia, più celebri ed apprezzate del brand, oltre a proposte esclusivamente create e vendute solamente in quella determinata sede.

Grazie alla sua sperimentazione, innovazione, artigianalità ed autenticità, le birre Baladin si sono diffuse in tutta Italia ed all’Estero, ottenendo largo apprezzamento da parte del pubblico ma anche innumerevoli premi, riconoscimenti ed attestati di qualità da parte degli enti e degli esperti di maggior spicco nel settore delle birre.

Ad oggi diverse birrerie Baladin sono state aperte in Italia ed all’Estero, sia nelle location di Eataly che in location autonome, e l’azienda prevede di crescere e diffondersi ancora, mantenendo però la propria autonomia, artigianalità ed italianità, diversamente da altre aziende italiane birraie che hanno ceduto il marchio e la produzione ai colossi e multinazionali stranieri della birra.

La più recente notizia vede l’intenzione da parte dell’azienda Baladin di aprire una catena di locali a marchio POP&Toast dove proporre toast di qualità, con prodotti italiani ed artigianali, accompagnati dalle note birre Baladin. POP è infatti il nome delle birre Baladin in lattina.

Se pur ad oggi Baladin non sia ancora un franchising, le occasioni per diventare partner di Baladin, o per lavorare in uno dei locali dedicati alla nota birra, tuttavia non mancano. Baladin ad oggi ha in tutto il mondo diversi Pub a marchio Baladin, ma anche resort, comprensivi di ristorante ed albero, nonché diversi “partner”, ovvero locali che hanno deciso di offrire unicamente le birre Baladin.

Visita la sezione Franchising Birrerie e Pub QUI

Madalina Girbovan
Aprireinfranchising.it

Vedi tutti gli articoli

Cerca Franchising

Categorie

WikiFranchising: risorse libere