Scegli il settore

Informazioni franchising faq forum

Apertura attività
martedì 26 giugno 2018

La nuova ristorazione è collettiva e self-service 

Come Aprire una Mensa

Leggi anche: Come aprire un ristorante

Visita la sezione Franchising Ristorazione

La ristorazione, complici le nuove abitudini di vita, orari di lavoro più irregolari e la globalizzazione che ha portato in Italia nuovi trend provenienti dall’estero, ha subito notevoli mutamenti nel corso degli ultimi anni.

Una chiara dimostrazione del mutamento delle abitudini dei consumatori sono le mense. Dapprima riservate a scuole, ambienti militari ed ospedalieri, nonché alle case di riposo, ad oggi le mense sono ampiamente utilizzate anche dai lavoratori e da chi ricerca un pasto rapido, a prezzi convenienti e con un agevole e rapido servizio “fai da te”.

come aprire una mensa

Aprire una mensa, con qualche dovuta accortezza, potrebbe quindi essere un’interessante idea di business e sfociare in un’attività redditizia e longeva, soprattutto in realtà ed ambienti ancora non serviti da questa tipologia di locali di ristorazione.

 

Quale Tipologia di Mensa Aprire

Generalmente le mense scolastiche, quelle militari, quelle riservate ai poveri o agli anziani lavorano offrendo direttamente questo servizio ristorativo o tramite strutture e personale di proprietà dell’Ente o mediante un appalto da parte dell’Ente interessato con aziende di ristorazione che possono fornire il personale di cucina e di somministrazione nonché le forniture di materie prime.

Per lavorare con queste realtà non è dunque consigliabile aprire una mensa fisica ma bensì strutturare un’azienda di catering specializzata, raccogliendo solamente le risorse necessarie (fornitori, personale, ecc) e seguendo l’iter burocratico comune all’avvio di una qualunque attività.

Se invece volete aprire una mensa con un locale ristorativo vero e proprio allora i target più indicati sono i lavoratori, gli studenti di scuole superiori ed università nonché una clientela informale alla ricerca di pasti veloci a prezzi competitivi.

Aprire una mensa di questo tipo potrebbe rivelarsi molto redditizio purché:

  • la localizzazione sia altamente strategica, con un locale sito in prossimità di uffici, zone industriali, università o centri città ad elevato afflusso e con ottima visibilità
  • il cibo offerto sia di elevata qualità, preparato con attenzione anche verso chi ha esigenze alimentari specifiche, offrendo quindi anche pietanze per celiaci, per diabetici, per vegani e vegetariani, prodotti biologici ed a km0 e specialità locali e tradizionali del territorio
  • l’ambiente sia curato ed allestito in maniera funzionale, oltre a curare gli arredi (minimali ma accoglienti) sarà importante studiare la disposizione dei banchi con il cibo e le bevande nonché la posizione delle casse e delle postazioni per la consumazione in modo da garantire ai clienti funzionalità nei movimenti e code più ridotte
  • i prezzi siano competitivi e vi sia un buon rapporto qualità-prezzo, va infatti considerato che l’utenza interessata alle mense (lavoratori, studenti, ecc) hanno una capacità di spesa più ridotta, anche dovuta alla frequenza delle pause pranzo (o cena) fuori casa

Infine, per aprire una mensa di successo sarà strategico studiare un piano di fidelizzazione della clientela (ad esempio con un tesseramento, con abbonamenti annuali o mensili o con raccolte punti, scontistiche riservate, ecc) e curare la promozione, sia online che offline (distribuendo volantini e sconti presso scuole, uffici e luoghi di interesse).

 

Cosa Serve, Iter e Requisiti

Aprire una mensa richiederà un iter comune a tutte le attività ristorative e, per questa ragione, andrà affrontato con il massimo impegno e pazienza.

I requisiti richiesti per la location, oltre ad una metratura adeguata ad ospitare tutti gli spazi (cucina, sala consumazioni, cassa, bagni e servizi per i dipendenti e per i clienti, ecc) e ad una destinazione corretta, saranno il rispetto delle stringenti normative igienico-sanitarie di tutti gli ambienti, cucina in primis, nonché delle normative inerenti sicurezza, agibilità, urbanistica.

Per aprire una mensa sarà inoltre necessario avere tutti gli impianti a norma, allestire una cucina con canna fumaria ed avere sistemi di scarico ed aspirazione dei fumi a norma.

All’imprenditore verranno poi richiesti i seguenti adempimenti:

  • Apertura Partita Iva
  • Iscrizione al Registro delle Imprese
  • Comunicazione di inizio attività al Comune
  • Apertura delle posizioni INPS ed INAIL
  • Attestato SAB o un titolo equivalente
  • Attestato HACCP per tutti gli addetti
  • Permesso per affiggere l’insegna
  • Pagamento dei diritti SIAE per diffondere musica nel locale

Altri adempimenti potrebbero essere inoltre necessari nel caso in cui, oltre al servizio di mensa, si opti per un’offerta più varia con presenza di un bar aperto tutto il giorno o di un piccolo negozio di alimentari.

 

Quanto Costa

Aprire una mensa richiederà un investimento ingente, soprattutto per l’allestimento della cucina e di una sala sufficientemente spaziosa.

Se si opta per l’apertura di una mensa di circa 100 mq, sarà necessario mettere a budget un investimento di almeno 80.000 – 100.000 euro.

I costi per aprire una mensa più ingenti riguarderanno il locale, l’allestimento di cucina e sala e gli arredi mentre altri costi da preventivare con cura saranno quelli per il personale, per le materie prime iniziali, per i costi inerenti il locale (affitto, utenze, ecc.), per la promozione e per gli adempimenti burocratici.


Confronta tutti i Ristoranti in Franchising

Madalina Girbovan
Aprireinfranchising.it

Vedi tutti gli articoli

Cerca Franchising

Categorie

WikiFranchising: risorse libere