Scegli il settore

Informazioni franchising faq forum

FranchisingBlog
mercoledì 17 aprile 2019

Esempi di successo e come investire all'estero con la ristorazione tipica italiana. 

I Franchising di Cibo Italiano all’Estero Funzionano?

Leggi anche la guida: Come aprire un ristorante

Visita la sezione con i migliori Franchising di Ristorazione Italiana

Che si tratti di moda, design, cultura o alimentazione, il “Made in Italy” è sempre più richiesto all’estero, tanto che l’apertura di un’attività tradizionale italiana all’estero risulta ad oggi un’ottima occasione di business per tutti gli aspiranti imprenditori.

In particolar modo nell’ambito alimentare e ristorativo, il cibo italiano è sempre più richiesto, amato e presente sulle tavole straniere. Complici le reti franchising che hanno deciso di esportare format italiani all’estero e piccoli imprenditori che hanno fatto la loro fortuna in questo settore una volta emigrati dall’Italia, anche all’estero l’attenzione verso un cibo italiano autentico e genuino è sempre più elevata.

Aprire un ristorante italiano o un’attività basata sul cibo italiano all’estero può dunque essere un’idea imprenditoriale di successo, anche per coloro che desiderano farlo attraverso l’affiliazione ad una catena franchising.

franchising cibo italiano estero

 

Il Mercato e la Domanda

Il cibo italiano è sempre più ambito ed amato, anche dagli stranieri. Ad essere sempre maggiormente richiesti non sono più solamente i cibi più gustosi come la pizza o la pasta, ma ogni altra specialità culinaria italiana risulta apprezzata non solo per il suo gusto ma anche per la salubrità e genuinità di ingredienti e preparazioni.

Rispetto al cibo tradizionalmente consumato in Inghilterra, Germania o Stati Uniti, le specialità e tipicità italiane sono qualitativamente superiori e decisamente più salutari.

La tradizione gastronomica italiana è infatti ricchissima e molto varia, tanto che l’alimentazione mediterranea è ad oggi considerata una delle migliori al mondo per uno stile di vita sano e longevo. Da qui un costante aumento della domanda di cibo e ristorazione italiana.

Se i piatti più amati sono ancora oggi la pizza, la pasta, i crescioni e la pizza fritta, ricchi di carboidrati e decisamente meno salutari se consumati assiduamente, il cibo italiano all’estero sta acquisendo la sua varietà originaria con pietanze salutari, genuine ma gustose a base di verdure, frutta, pesce, carni, formaggi e salumi, legumi, cereali, dolci, vini e birre, e tanto altro ancora.

Il trend che vede i consumatori sempre più attenti alla propria salute, alla genuinità e tipicità degli alimenti, nonché ad un’alimentazione più consapevole e varia, premia sempre di più, anche all’estero, i ristoranti e le attività che sanno proporre cibo italiano genuino, vero e di elevata qualità, rispetto alle oramai declassate “attività fasulle” che proponevano, con successo, sino a pochi anni fa all’estero cibo mediocre per gli standard italiani e mal copiavano pietanze quali pizza, spaghetti e focacce.

Per avviare un’attività ristorativa italiana o un negozio di cibo italiano all’estero, quindi, vale la stessa regola italiana: proporre cibo di elevata qualità, fresco e genuino, e rispettando la tradizione e tipicità italiane.

 

Quale Format Proporre

Per aprire un’attività di cibo italiano all’estero ci sono diverse soluzioni: dal negozio con vendita di prodotti tipici freschi e confezionati sino al ristorante italiano.

Particolare successo, con importanti fatturati, risultano ad oggi le attività ristorative in quanto ancora ad oggi sono pochi coloro che all’estero sanno sfruttare i prodotti italiani dando vita a ricette tipiche, genuine e gustose.

In ambito ristorativo ci sono due possibilità per gli aspiranti imprenditori che vogliono avviare un business all’estero: aprire un ristorante italiano oppure un fast food italiano con cibo da asporto o con piccola ristorazione.

I ristoranti italiani all’estero che hanno grande successo ad oggi e comprendono format che vanno dalla trattoria tradizionale al ristorante italiano gourmet, dalla pizzeria al ristorante specializzato in pasta, ecc.

Mentre, per quanto riguarda la ristorazione rapida, i format ristorativi italiani all’estero che hanno grande successo comprendono attività da asporto, fast food, piccola ristorazione e street food, con format come la piadineria romagnola, il wine bar con vini italiani e prodotti tipici quali salumi e formaggi, la rosticceria o tavola calda tipica di una determinata regione italiana, le friggitorie napoletane, o ancora le caffetterie italiane, le gelaterie, le pasticcerie, e così via.

Per scegliere il migliore ristorante italiano da aprire all’estero valgono le stesse regole di sempre: oltre ad analizzare le proprie competenze, capacità ed aspirazioni, bisogna effettuare uno studio di mercato, del settore, del bacino di utenza locale, individuare il proprio target, analizzare la concorrenza, pianificare tutto accuratamente e redigere un business plan veritiero e prudenziale.

 

Esempi di Successo e Perché Conviene

Ad oggi sono molti gli aspiranti imprenditori italiani che decidono, almeno per il momento, di non investire in Italia e di realizzare il proprio sogno imprenditoriale in ambito ristorativo direttamente all’estero. Un esempio di grande successo, che ha centrato il punto, è Mister Lasagna, una start up di fast food avviata da un imprenditorie italiano insieme ad altri soci a Londra e che sta già moltiplicando in città i propri ristoranti. Mister Lasagna ha saputo proporre un piatto tradizionale italiano molto richiesto ed amato all’estero: la lasagna, tenendo tuttavia conto delle diverse esigenze ed abitudini alimentari del target locale e proponendo tantissime varianti e ricette diverse, dalla tipica lasagna alla bolognese a quella napoletana, passando per varianti di invenzione.

Ma gli esempi di successo non sono composti solo da imprenditori italiani che investono unicamente all’estero, bensì anche da aziende italiane di successo che decidono di esportare il proprio format ristorativo. Esempi di successo sono le catene franchising italiane di ristoranti, fast food, street food e prodotti tipici che hanno deciso di aprire anche all’estero, andando dagli Stati Uniti all’Asia.

Tra le reti franchising ristorative italiane di maggior successo all’estero, e con una diffusione già capillare, possiamo citare Yogorino, Rossopomodoro (nota catena di pizzerie), i brand del gruppo Cremonini (Chef Express, Roadhouse Grill, Mr Panino, Gourmé, Gusto Ristorante), quelli dell’azienda Cibiamo (La Bottega del Caffè, Virgin Active Cafè, Mondadori Cafè), ma anche brand quali Old Wild West, Lavazza ed Illy Caffè.

In conclusione, se pensate di aprire un locale di ristorazione tipica italiana, forse sarà utile valutare di investire nel mercato estero. Infatti, ad oggi, complici le tassazioni elevate la burocrazia stringente italiana, risulta forse più conveniente, semplice e redditizio aprire un ristorante tipico italiano all’estero piuttosto che in Italia, puntando anche sul fattore “novità” in mercati ancora poco esplorati o dove manca la specialità che si intende proporre.

Visita la sezione con i migliori Franchising di Ristorazione Italiana

Madalina Girbovan
Aprireinfranchising.it

Vedi tutti i post di Franchising Blog

Cerca Franchising

Categorie

WikiFranchising: risorse libere