Scegli il settore

Informazioni franchising faq forum

Apertura attività
giovedì 06 aprile 2017

Entrare nel business degli alimenti per celiaci e per altre intolleranze ed allergie 

Aprire un negozio di alimenti senza glutine

Leggi anche: Come aprire un alimentari

Visita la sezione dedicata ai franchising celiachia e franchising senza glutine.

Il mercato dei prodotti alimentari senza glutine, o specifici per chi soffre di particolari intolleranze ed allergie, è in continua crescita e costante evoluzione. Non solo, ma al momento la concorrenza per questa particolare tipologia di prodotti alimentari è bassissima. Se pur siano sempre di più i negozi specializzati, e si inizino a vedere anche sugli scaffali dei supermercati i primi prodotti specifici per intolleranze, c’è ancora molto spazio per i nuovi imprenditori.

aprire negozio alimenti celiachia

 

Il mercato

Aprire un negozio di alimenti senza glutine è sicuramente un’idea di business che in tempi attuali può davvero riscuotere molto successo ed essere redditizia per chi desidera mettersi in proprio.

Si stima che 1 persona ogni 100-150 sia affetta da celiachia, l’intolleranza al glutine presente in moltissimi alimenti, e che questo numero sia destinato a crescere al ritmo del 10% annuo circa. Inoltre, oltre alla celiachia, sono sempre di più le intolleranze alimentari e le allergie a determinate sostanze come soia, lievito, latticini e uova e sempre più persone ne sono affette.

Risulta ovvio, quindi, che aprire un negozio alimentare specializzato in celiachia ed altre intolleranze sia un’attività che va incontro ad una forte domanda da parte del mercato. Una domanda, quella di prodotti alimentari specifici per intolleranze ed allergie, non completamente soddisfatta dall’attuale offerta.

Scopri anche "I vantaggi e svantaggi di aprire un negozio per celiaci"

 

Cosa serve

Per avviare con successo un alimentare senza glutine sarà innanzitutto necessario possedere personalmente conoscenze, almeno di base, in merito alla tematica delle intolleranze, delle allergie e della celiachia. Questo darà maggiore credibilità alla vostra attività, vi permetterà di capire esattamente le esigenze del mercato e dei vostri clienti e di scegliere quindi i prodotti migliori da vendere. Inoltre permetterà ai vostri clienti di trovare una figura professionale a cui chiedere consiglio e con cui rapportarsi più facilmente.

Per aprire un negozio alimentare senza glutine non servono metrature particolarmente ampie (40 – 50 mq), questo permette di risparmiare sia per quanto riguarda i costi di allestimento, l’affitto e le utenze, sia per quanto riguarda il personale il cui numero massimo necessario sarà di 2 unità (proprietario + aiutante part time).

Anche la localizzazione non è restrittiva. Non servirà infatti necessariamente un locale in zona centrale. Importante, quando si sceglie la posizione, sarà effettuare uno studio di mercato per capire qual è la zona con maggiore concentrazione di domanda di alimenti senza glutine e specifici per allergie ed intolleranze e dove non è presente ancora nessuna concorrenza. Questa accortezza vi permetterà di aprire un alimentari per celiaci di successo anche in zone periferiche purché ci sia un bacino d’utenza sufficiente, sia facilmente raggiungibile, abbia una buona visibilità e sufficiente parcheggio adiacente.

Ultima accortezza riguarderà infine la pubblicità. Per avere successo ed attrarre sempre nuovi clienti sarà necessario dedicare parte del budget alla promozione per il lancio dell’attività, all’inaugurazione ed alle campagne di marketing periodiche sia online che offline. A fare il resto sarà poi il passaparola della clientela soddisfatta da una vasta gamma di prodotti e dalla loro qualità.

 

L’iter ed i requisiti

Per aprire un negozio alimentare senza glutine sarà necessario:

  • Aprire Partita Iva
  • Iscriversi al Registro delle Imprese
  • Dare comunicazione di inizio attività
  • Regolare le posizioni INPS ed INAIL
  • Essere in possesso dell’attestato SAB, o possedere un titolo equivalente
  • Ottenere l’autorizzazione Asl
  • Ottenere il permesso ad esporre l’insegna

 

I costi

Per avviare un negozio alimentare senza glutine e per intolleranze di piccole dimensioni (c.a. 50mq) saranno necessari:

  • Allestimento del punto vendita (arredamento, insegna, frigoriferi, attrezzature, hardware e software per la gestione): 15.000 €
  • Prima fornitura di merce: 15.000 €
  • Affitto, utenze, adeguamenti, allacciamento reti: 4.000 €
  • Pratiche amministrative, consulenze, campagne marketing, inaugurazione: 3.000 €


Totale investimento iniziale: 37.000 €

Il budget necessario ad avviare un negozio alimentare senza glutine non scenderà sotto ad un minimo di 50.000 € circa, mentre un investimento maggiore potrebbe essere necessario per metrature più ampie o con ubicazione centrale, o in base ad altri fattori non considerati.

Per un dettaglio più approfondito leggi anche: Aprire negozio per celiaci - Costi

 

Il franchising

Sono sempre di più le reti in franchising dedicate agli alimentari senza glutine, latticini, uova, zucchero e pensati per chi soffre di intolleranze, allergie o che semplicemente vuole seguire una dieta più salutare e consapevole. Le reti in franchising richiedono investimenti a partire da 17.000 € per un format “chiavi in mano” con allestimento completo del punto vendita, prima fornitura, formazione, consulenza ed assistenza a 360°.

Visiona i migliori marchi in franchising senza glutine qui.

Visita la sezione dedicata ai franchising di celiachia qui.

Madalina Girbovan
Aprireinfranchising.it

Vedi tutti gli articoli

Cerca Franchising

Categorie

WikiFranchising: risorse libere