Scegli il settore

Informazioni franchising faq forum

Lavoro franchising
mercoledì 23 gennaio 2019

Italian Food Boom 

Cosa ha di tanto eccezionale la ristorazione?

 

 

Franchising & Trends
a cura di Davide D'andrea Ricchi

 

Settore di punta nel franchising da un paio d'anni a questa parte il cui forte interesse affonda le sue radici nel 2015 con l’avvento dell’Expo: una vera opera di sensibilizzazione e di branding sul macro tema food.
Dal 2015 ad oggi nel settore della ristorazione le cose sono cambiate. Per quanto anche prima di quell’anno il comparto del consumo fuori casa presentasse numeri interessanti, è stato grazie al “fenomeno” EXPO che in Italia si è potuto parlare di “Italian Food Boom”.

Cosa significa? 21 milioni di visitatori hanno visitato l’Expo che aveva come tema centrale il settore agroalimentare, da tutte le parti del mondo. Per quanto si può dire che un evento come questo non abbia direttamente impatto sui trend e sulle mode, si può evincere il dato contrario: ovvero, 21 milioni di persone si sono interessate all’evento e ai suoi temi. Possiamo dire che nel 2015 ricevemmo una fotografia chiara degli interessi del grande pubblico per il settore food a 360° (cibo, cultura, esperienza, esplorazione).

Il ruolo dei media da cinque anni ad oggi è stato altrettanto fondamentale. I più disparati canali e format televisivi e/o diverse riviste (Masterchef, giallozafferano, sale&pepe, etc), hanno promosso il “mood” della cucina facendo scendere la ristorazione dall’olimpo dei ristoranti stellati e portandola a casa di ognuno di noi. Questo ha comportato un interesse maggiore del grande pubblico nei confronti della ristorazione fuori casa e andare in un ristorante anche stellato non è più questione di status symbol, ma di trend, di lifestyle.

Qualcosa di insito nel dna italiano, l’amore per i prodotti della terra, del cibo e della genuinità si è attivato e i numeri parlano chiaro.
Il consumo di pasti fuori casa coinvolge 19 milioni di persone al giorno con 39 milioni di italiani che abitualmente mangiano fuori (e di questi 13 milioni consumano almeno 4-5 pasti fuori casa a settimana) per un valore del comparto che nel 2017 valeva 36 miliardi di euro. Si è arrivati a mangiare di più fuori casa che in casa.
Incrociando questo trend positivo e in crescita costante (vi è un 3% di incremento ogni anno dal 2016) e la sempre maggiore passione del grande pubblico nei confronti della ristorazione, si ha uno scenario nel settore del food franchising inequivocabile.

Ristorazione e Franchising

Il settore delle reti franchising nella ristorazione è attualmente il terzo in Italia con 163 catene attive rispetto al secondo comparto rappresentato dall’abbigliamento con 189 reti attive e al primo comparto, quello dei servizi, che conta 217 reti attive. Tuttavia, il settore della ristorazione franchising vede una crescita del 5,8% rispetto all’anno precedente, a fronte di un calo drastico degli altri due comparti (-10% ad esempio per le reti franchising di servizi). Questo dato di Assofranchising, tuttavia, tiene conto solo delle catene attive e non considera le start up, ovvero, aziende food che stanno lanciando il proprio format franchising. Volendo includere anche questo dato, i numeri crescono ulteriormente.

Oltre a tutto ciò c’è da fare un altro paio di considerazione per meglio inquadrare il fenomeno del food franchising in Italia. Possiamo dire che nel nostro Paese ad oggi esiste una grande attenzione all’artigianalità, soprattutto in riferimento alle cucine tradizionali e locali, che hanno moltiplicato l’offerta food anche nei centri più piccoli. Tale fenomeno ha parcellizzato il panorama del food franchising italiano che, salvo qualche eccezione di successo, non vanta grandi catene “made in Italy”. Questo perché la grande attenzione ai dettagli, al menu, alla tradizione locale, non facilitano la replicabilità e necessitano di un grande lavoro di ottimizzazione e standardizzazione prima di proporsi sul mercato franchising.

In conclusione, possiamo affermare che il successo della ristorazione in franchising è qualcosa di più solido che va oltre al semplice trend di mercato o alla moda del lifestyle. Potremo assistere a variazioni sul tema, a nuovi modi di consumo, ma molto probabilmente, attivato il nostro gene della buona cucina, questo non si spegnerà tanto facilmente.

 

Davide D'Andrea Ricchi

Esperto franchising, imprenditore nel settore food in Uk e partner del Sole24ORE business school.

 

 

 

Vedi tutti i post di Franchising Lavoro

Cerca Franchising

Categorie

WikiFranchising: risorse libere