Logo AIF

10 settembre 2020

Come Investire 50.000 euro

Idee di investimento per far fruttare i propri capitali.

9 minuti

Tutti i franchising con investimento a 50.000 euro li trovi qui.

Leggi anche: Come investire 40.000 euro

e Come investire 30.000 euro

 

Una vita di risparmi, un’eredità, una vincita o semplicemente l’introito proveniente dal proprio lavoro, avere a disposizione 50.000 euro significa avere da parte un capitale da non sottovalutare. L’errore più grande che si possa fare avendo a disposizione 50.000 euro è quello di lasciarli sul conto corrente o in banca, in balia delle fluttuazioni economiche e dell’inflazione, senza afruttarne il potenziale. Piuttosto, con ponderazione ed attenzione, si può decidere di investire i 50.000 euro o parte di essi creando una piccola, o grande, rendita e guadagnandoci.

In questo articolo vedremo insieme come investire 50.000 euro in modo redditizio ed efficiente. Troverete tante idee sia a basso rischio, con redditività più contenute, che a rischio più elevato, con percentuali di redditività decisamente più interessanti.

come investire 50000 euro

 

Cosa valutare prima di investire

Prima di investire 50.000 euro vi sono alcuni elementi da valutare in modo da scegliere l’ipotesi di investimento più adatta alle proprie esigenze e capacità.

Prima di investire bisogna infatti delineare il profilo dell'investitore. Questo consisterà nel capire il grado di rischio che si è disposti a sostenere, la redditività che si desidera ottenere, nonché il tempo nel quale si è disposti a lasciare che l'investimento maturi, ovvero per quanto tempo si è disposti a vincolare la somma investita e non avere a disposizione la liquidità relativa al capitale investito ed agli interessi maturati, senza cioè poter riscuotere o utilizzare la somma investita o i redditi da essa generati.

Generalmente gli investimenti più sicuri sono anche quelli con tassi di redditività minori e con tempi di riscossione / vincolo maggiori. Gli investimenti più redditizi e con tempi di riscossione degli interessi / svincolo più rapidi sono di contro per lo più quelli con grado di rischio maggiore.

Una buona strategia, sempre valida qualunque sia il capitale a propria disposizione, nonché utile per non vincolare tutti i 50.000 euro in una soluzione più sicura ma a scadenza lunga o in un’opzione con rapida redditività ma a rischio più alto, è quella di diversificare i propri investimenti, investendo in soluzioni rischiose solo una piccola parte e vincolandone il resto in soluzioni sicure e garantite.

Diversificare l'investimento permetterà di spalmare il grado di rischio delle soluzione a più elevata redditività, bilanciandole con quelle a rischio minore, incrementando al contempo la redditività globale della propria strategia di investimento.

 

Caratteristiche delle soluzioni di investimento

Per capire meglio le varie tipologie di investimento e le loro caratteristiche generali, vediamo insieme alcuni esempi pratici delle caratteristiche presentate dalle diverse ipotesi di investimento.

Soluzioni di investimento ad alto rischio sono ad esempio le azioni ed obbligazioni verso aziende private o le opzioni binarie, mentre sono soluzioni a basso rischio, o addirittura completamente garantite dallo Stato, i buoni fruttiferi postali, i titoli di stato, i conti deposito.

Per quanto riguarda le tempistiche e la redditività dei diversi investimenti, questi sono per lo più gli stessi considerando il grado di rischio. Generalmente, infatti, tutti gli investimento a rischio elevato presentano una redditività maggiore ed una "scadenza" a breve termine. Le opzioni a basso rischio invece sono generalmente riscuotibili solo nel lungo termine e presentano percentuali di redditività più esigue.

Ogni opzione di investimento tuttavia presenta peculiarità e caratteristiche uniche per quanto riguarda i rischi, il tasso di interesse e redditività, il tempo di vincolo della somma investita, nonchè gli eventuali altri vantaggi e svantaggi. Per questa ragione sarebbe importante per l'investitore conoscere le modalità di investimento scelte e le loro caratteristiche, nonché possedere conoscenze almeno di base in ambito finanziario. In assenza di conoscenze o esperienze nel mondo degli investimenti sarà quanto mai importante (anche considerando che 50.000 euro sono una cifra considerevole da investire) affidarsi a consulenti esperti. Questi potranno essere privati / indipendenti, oppure legati alle modalità di investimento di proprio interesse (quindi addetti presso banche, poste, ecc).

 

Ipotesi di Investimento

Borsa

Investire 50.000 euro o parte di essi nel mercato azionario richiede competenze e conoscenze, almeno di base, in materia di finanza ed economia. Se pur il rischio sia elevato, con il giusto investimento i guadagni possono essere davvero elevati. Le aziende quotate in borsa sono davvero innumerevoli ed operanti in settori molto eterogenei. Per questa ragione è interessante considerare di investire parte dei 50.000 euro in titoli azionari presso aziende innovative, tecnologiche o in settori generalmente sempre stabili o positivi come la sanità o la digitalizzazione.

Posta

Investire in buoni fruttiferi postali è una soluzione sicura e garantita dallo Stato. I tassi di rendimento, di contro, non superano l’1% lordo. Investire parte dei 50.000 euro in questa soluzione permette tuttavia di avere la garanzia dello Stato, di poter svincolare la somma in ogni momento senza penali e di avere una tassazione agevolata sui ricavi. Per ottenere il massimo rendimento da questo tipo di investimento è bene vincolare la somma per un periodo medio lungo.

Obbligazioni

Le obbligazioni sono titoli di Stato ed in quanto tali rappresentano una delle soluzioni di investimento più sicure. Come per i buoni postali, anche i titoli di Stato non presentano un rendimento elevato (inferiore all’1%) ma garantiscono di non perdere mai la somma investita (a patto di non superare una determinata soglia di budget, che tuttavia risulta davvero molto elevata e ben lontana dal capitale di 50.000 euro). Tra le obbligazioni più conosciute e diffuse troviamo i BOT e i BTP.

Investire in Beni

Una delle opzioni di investimento in beni rifugio è l’oro. Investire 50.000 euro in oro conviene se si è disposti a vincolare la somma per un periodo lungo. Le quotazioni dell’oro risultano infatti molto volatili nel breve periodo ma abbastanza stabili nel lungo periodo e tendenzialmente al rialzo. L’oro rappresenta un bene vendibile in tutto il mondo ed è un prodotto protettivo.

Altre soluzioni per investire 50.000 euro in beni è quella di comprare azioni di società che commercializzano beni deperibili quali ad esempio il cacao o il caffè. Comprare azioni in queste società è più rischioso ma permette di investire anche in materie prime pregiate ma deperibili, che difficilmente riducono il proprio valore nel tempo.

Tra i beni rifugio in cui è possibile investire parte dei 50.000 euro, infine, non troviamo solo oro, metalli e pietre preziose, prodotti agricoli ed alimentari di pregio, ma anche opere d'arte oppure ancora oggetti di collezionismo / rari ed in edizione limitata.

Altra opzione interessante per investire 50.000 euro è quella di comprare un piccolo immobile o un box auto o utilizzarli per accendere un mutuo ed acquistare un immobile di dimensioni maggiori. Questa soluzione permette di affittare l’immobile, con redditività elevata, o di rivenderlo nel momento più opportuno, magari dopo lavori di ristrutturazione che ne incrementino ancora il valore. Altra soluzione potrebbe inoltre essere quella di trasformare l’immobile in un B&B, una struttura ricettiva di altro genere, una casa riposo, un baby parking o altre attività imprenditoriali che richiedono locali di dimensioni importanti.

Investire in un Business

Investire 50.000 euro in un business non è una delle soluzioni meno rischiose, anzi presenta un tasso di rischio davvero elevato, ma è una buona opportunità per mettersi in proprio, avviare e gestire un’attività autonoma, diventando il capo di se stessi, realizzando un sogno personale, nonché investendo nella propria carriera lavorativa e nella propria realizzazione personale.

Per chi sceglie di diventare imprenditore in maniera totalmente autonoma, 50.000 euro sono un budget importante che permette di accedere a diversi settori, molto eterogenei tra loro. Con 50.000 euro è infatti possibile aprire un negozio di abbigliamento o di generi alimentari, aprire un negozio per animali, avviare un’attività di servizi, di sanificazione o ancora un piccolo street food ambulante, ma anche un'attività di consegna a domicilio (home delivery), un e-commerce, o ancora un'attività di vendita senza personale (negozi H24 automatici). Le opzioni sono quasi infinite e per scegliere la migliore non vi è altro modo se non quello di analizzare sé stessi (competenze, capacità, esperienze pregresse, passioni e predisposizioni, obbiettivi, ecc) ed il mercato di riferimento (settore, target, concorrenza, trend, abitudini, saturazione del mercato, andamento del settore, ecc).

Altra ipotesi interessante per investire 50.000 euro è quella di avviare un’attività in franchising.

Aprire un’attività in franchising permette di ridurre notevolmente il rischio imprenditoriale, se pur esso sia comunque presente, e di entrare nel settore desiderato con una posizione di leadership acquisita, nonché con una brand reputation di affidabilità e serietà diversamente maturabile solo in anni o decenni di attività. Altri vantaggi dell'investire in un'attività imprenditoriale in franchising sono: know-how maturo della casa madre, esperienze solide, modalità di gestione / organizzazione collaudate e consolidate, semplificità di gestione, possibilità di operare con successo anche senza esperienze pregresse, rapido adeguamento ai mutamenti ed alle nuove richieste del mercato, facilitazioni ed agevolazioni monetarie (supporto per ottenere finanziamenti, dilazioni di pagamento, comodato d'uso, conto vendita, ecc), riduzione dei costi iniziali e di gestione, nonchè fornitura chiavi in mano di tutto il necessario a svolgere l'attività con successo e redditività (dagli arredi alle attrezzature, passando per i servizi di formazione ed assitenza, dal reperimento del migliore locale agli adempimenti burocratici, e così via).

Tra i settori franchising accessibili con 50.000 euro troviamo Home Delivery, E-Commerce, Negozi per Animali, Sanificazione Anti Virus/ Batteri, Negozi H24, Abbigliamento, Negozi, Negozi per Celiaci, Assistenza agli Anziani, Servizi alle Aziende, Negozi di Canapa, Centri Estetici e perfino piccole Palestre (specializzate magari in allenamenti funzionali, crioterapia o EMS).

Aprire una qualunque di queste attività in franchising, con passione e determinazione, permette di ottenere il supporto, la formazione e l’affiancamento costante di un’azienda esperta e consolidata, aumentando notevolmente le possibilità di successo dell’attività nonché quelle di guadagnare in tempi più rapidi rispetto all'avvio in autonomia.
 

QUI trovi tutte le proposte in franchising con investimenti di 50.000 euro.

Torna alla sezione Investimenti
  

Madalina Girbovan
Aprireinfranchising.it

Cerca